dry now

Progetto: dry now

Cliente: Dry Now 

settore: beauty

È incredibile come pochi minuti di video richiedano tre mesi di lavoro di lavoro.

Guardandolo DRYNOW finito sembra che basti una bella idea, gli attori e una telecamera, ma dietro al progetto degli infomercial di Solutzione c’è molto di più:
Ci sono professionisti, ognuno con un’abilità e un compito diverso.

Ci sono ore di lavoro, preparazione, coordinazione e molta ricerca.

La prima fase è la scrittura, anche se scrivere lo script è solo il 20% del lavoro.

Dopo la prima call con i clienti di DRYNOW, un pool di copywriter ha avviato la ricerca sul prodotto da vendere, sui competitor, sul mercato in generale e sul target.

Il lavoro sul target è il più articolato, perché il copywriter deve conoscere il cliente ideale meglio di sé stesso per anticipare le sue obiezioni durante l’argomentazione di marketing.

Deve entrare nella sua mente, scovare i suoi desideri più profondi e le sue paure.

La ricerca è imprescindibile e permette di scrivere un copy che differenzia il prodotto dalla concorrenza e che parli al target nel suo linguaggio.

Conclusa la ricerca individuali i copy si sono riunititi online tre volte a settimana per due ore e mezzo di call per capire qual è il problema in vertice nella mente del target.

Anche se molti imprenditori pensano di conoscere il problema più urgente del loro cliente ideale, in realtà solo la ricerca approfondita può dire quale sia veramente il problema.
Una volta individuato il problema più urgente e il bisogno principale, i copywriter hanno trovato la Big Idea.

Diversamente dal suo appellativo, la Big Idea è il frutto della ricerca con un pizzico di creatività; non è un’idea che arriva dal nulla, ma è il risultato dell’esperienza del copy, dei risultati ottenuti dalla ricerca e dalla conoscenza del target.

Abbiamo scelto come theming i film horror perché il target descriveva il problema dei capelli in disordine proprio come un film dell’horror.

Ci siamo ispirati al film The Ring per ideare la prima scena dell’infomercial, dove una donna target si sveglia la mattina con i capelli da pazza, una situazione che i copy donne che hanno scritto lo script conoscono bene.

Da quell’immagine è stato possibile costruire il resto delle scene.

Ancora prima di scrivere la prima parola, c’è stato bisogno di fare una struttura per avere una visione globale dell’infomercial.

Abbiamo utilizzato la tecnica per scrivere infomercial, una struttura basata sulle regole del copy e dello storytelling.

Ogni scena ha l’obiettivo di tenere lo spettatore attaccato allo schermo, intrattenerlo, mentre il copy lo educa e lo conduce alla soluzione finale.
La scrittura è durata tre settimane.

Durante l’ultima settimana, un comico professionista si aggiunto al team per aggiungere la comicità che ci serviva.

Una volta che la sceneggiatura è scritta, arriva il compito più arduo: trasformarla in immagini in movimento.

Per mettere in piedi una vera e propria macchina del cinema sono necessarie molto persone:
  • Il direttore di produzione che prenota la location, contatta gli attori, prenota i ristoranti e gli hotel per tutto lo staff necessario per il giorno delle riprese, si occupa dei materiali da distribuire sul set e del catering;
  • Il regista è il direttore d’orchestra, che contatta la troupe che lo affiancherà sul set e prende le ultime decisione sulla sceneggiatura.
  • La scenografa si occupa di procurare e creare anche manualmente gli oggetti di scena e si preoccupa che l’ambientazione sia fedele allo script;
  • La costumista si occupa dei costumi;
  • La truccatrice si occupa si trucco e parrucco e prepara gli attori ad andare in scena;
  • La segretaria di edizione segna sul bollettino di edizione ogni inquadratura fatta, indicando quale take sarà da considerarsi buono e quale da scartare. L’edizione permette al montatore di collegare il video al suono facilmente;
  • Il direttore della fotografia fa in modo che le inquadrature vengano come vuole il regista e che siano fedeli allo storyboard e alla sceneggiatura. Si occupa di sistemare le luci e le ombre di ogni scena.
  • L’operatore fa le riprese e segue le indicazioni del regista e del direttore della fotografia;
  • Il fonico regista i suoni d’ambiente e il recitato di ogni scena;
  • L’ispettrice d’igiene si occupa di pulire il set, disinfettarlo, prendere la temperatura e assicurarsi che la sicurezza sul lavoro venga mantenuta.

Le locations scelte per il set sono state due: un appartamento in centro a Firenze e l’ufficio di Solutzione.

Le riprese sono durate due giorni pieni.

A fine riprese il lavoro non è ancora terminato.

I montatori si sono occupati di unire il video al suono, ottenendo un infomercial logico, armonico, e scorrevole.

Il grafico ha realizzato le animazioni per mostrare gli elementi di prova.

Dato che l’infomercial avrebbe lanciato un prodotto nuovo, servivano più testimonianze, così abbiamo organizzato alcune giornate per far provare la spazzola a ragazze in target.

Questo ci ha permesso di realizzare altri video che aiutano il target a vedere come funziona la spazzola, abbassando lo scetticismo e l’insicurezza a comprare.

Torna su